All’apice della disperazione

Un saluto,
non resta che sperare in un pesce d’aprile.

Poche ore fa la “fu Associazione in Confesercenti” e quelli col nome simile al nostro, hanno forse pensato di frenare l’emorragia di aderenti (una bottiglietta da 25 cc) con una nuova roboante promozione. Con soli 20 euro potrai associarti per ben due anni a patto di? Iscriversi a Uber.

Si, proprio Uber, proprio quelli che lavorano alla sparizione degli autisti a livello planetario ma chissà, attraverso i viaggi di Musk si potrebbero trovare autisti in un’altra Galassia e andrebbero spazzati via anche quelli.

Che poi 10 euro l’anno? per fare che? E’ finita la carta per le fotocopiatrici? Le matite non si possono più temperare? O forse Uber ci mette qualche soldo coi quali si è comprato la benevolenza al tavolo tecnico? Non lo so.

Quello che so è che ci attiveremo quanto prima per escludere queste due sigle (si fa per dire) da qualsiasi tavolo di confronto istituzionale.

Ci piaccia o meno oggi Uber favorisce un servizio illecito. Una associazione di categoria ha tutto il diritto per adoperarsi in un cambio della legge ma NON PUÒ’ andare a braccetto con chi non la rispetta.

Non ha nulla a che fare con la rappresentanza, con l’istituzione e con la democrazia. Una circostanza vergognosa se solo i protagonisti fossero in grado di provarne.

Dispiace per quegli amici e persone per bene che si impegnano anche all’interno di queste strutture ormai fantasma, senza controllo e senza organizzazione.

Ricordo infatti gli anatemi del Vice Presidente di Confcommercio Paolo Uggè contro Uber salvo poi vedere sponsorizzazioni indegne proprio nelle organizzazioni sotto la sua ala.

So già che adesso qualcuno attaccherà la manfrina dell’unione e bla bla bla. Come sempre siamo disposti a confrontarci con chiunque tranne con chi lavora con tendenze suicide e di stermini di massa nei confronti della Categoria che cerchiamo di tutelare.

Mi auguro sinceramente che gli NCC siano più intelligenti (e dignitosi) di chi si autoproclama loro rappresentante.

Del resto, la loro promozione scade il 31 APRILE. Se non sono capaci di leggere un calendario quale altra competenza potrebbero avere?

Francesco Artusa